Le origini di Sorrento

Login Registrati

Le origini di Sorrento

Le origini di Sorrento


Le origini della città di Sorrento si confondono tra mito e realtà. Dal punto di vista storico ed archeologico esistono reperti che testimoniano il passaggio dell’uomo in queste zone fin dal paleolitico medio, mentre la nascita di un insediamento umano stabile sul suolo sorrentino sarebbe da collocarsi intorno al VI- V sec. A C. periodo in cui si hanno le prime notizie di contatti commerciali tra la popolazione indigena e quella greca.

L’influenza degli elleni sulla popolazione locale fu talmente forte che numerosissime tradizioni attribuiscono ai greci stessi la fondazione di Sorrento. Secondo un suggestivo filone il nome Sorrento sarebbe da ricollegarsi alle mitologiche sirene ammaliatrici di marinai descritteci nell’odissea, la cui dimora sarebbe stato proprio il golfo di Napoli; secondo altri Sorrento deriverebbe dal greco "surreo" ovvero “scorro” toponimo usato dai greci per sottolineare la particolare conformazione geologica del territorio sorrentino caratterizzata da un grosso blocco tufaceo eroso da diversi corsi d’acqua.

Fonti letterarie attribuiscono la fondazione di Sorrento a Liparo Re degli Ausoni in Opicia che, partito dalla sua terra per conquistare le isole Eolie, decise poi di fermarsi nel golfo napoletano. L’influenza degli elleni fu poi sostituita dal dominio degli Osci, come testimoniato da diversi ritrovamenti archeologici.

Sorrento partecipò poi alla “lega nucerina” combattendo contro i romani durante le guerre sannitiche, e si schierò nuovamente contro Roma anche al tempo delle guerre sociali che sconvolsero l’impero romano. Probabilmente si deve alla bellezza paesaggistica del territorio se Silla, una volta soggiogata la ribelle cittadina, invece di distruggerla la trasformò in una colonia di suoi veterani, dando inizio al processo che portò di i nobili romani a Sorrento ritenendola una delle mete più ambite per le vacanze estive.








Esprimi un giudizio


Media Voti:5 su 5


Numero di voti: 1