S. Maria delle Grazie a Sorrento

Login Registrati

S. Maria delle Grazie a Sorrento

S. Maria delle Grazie a Sorrento


Nel 1566 la nobildonna sorrentina Berardina Donnoroso fondò un monastero destinato all’ordine domenicano. Negli stessi anni al fianco del convento venne edificata anche una chiesa che fu intitolata alla Santa Maria delle Grazie. La pianta della chiesa è ad una sola navata. Lungo la quale ci sono quattro altari minori. Ed un piccolo sepolcro in cui sono conservati i resti della nobile fondatrice dell’istituto. Lo stile decorativo che ne caratterizza l’interno è tipicamente barocco le pareti infatti sono ricche di marmi colorati ed intarsiati. Mentre il pavimento è costituito da maioliche che nell’abside sono decorate con motivi floreali. Al di sopra dell’altare maggiore. Anch’esso in marmi policromi. Vi è una tela della fine del ‘500 in cui è raffigurata la Madonna delle Grazie. Circondata dagli angeli e S. Giovanni Battista e S. Domenico che presentano la fondatrice dell’istituto alla Santa Vergine. All’interno della chiesa oltre ad altre interessanti testimonianze pittoriche. Come le due tele di Nicola Malinconico raffiguranti una la Sacra Famiglia e l’altra i Sogno di S. Giuseppe. è conservato anche uno splendido coro del ‘600 interamente realizzato in legno. Il portale d’accesso della chiesa.interamente in pietra lavica. Risale invece al ‘500 e sebbene sia realizzato con materiale vesuviano è decorato. Nella parte superiore. Con un bassorilievo di ispirazione toscana. La chiesa contiene quindi una serie di importanti testimonianze artistiche dei secoli tra il ‘500 e il ‘700. ma quella che probabilmente suscita maggior fascino è la statua lignea del Cristo. La cui gamba destra. Per ben due volte( nel 1720 e nel 1858).è stata vista trasudare sangue.








Esprimi un giudizio


Media Voti:0 su 5


Numero di voti: 0