Tarsie di Sorrento

Login Registrati

Tarsie di Sorrento

Tarsie di Sorrento


Tra i prodotti tipici dell’artigianato sorrentino. Un posto di rilievo è sicuramente occupato dall’intarsio. Le origini di quest’arte sono tradizionalmente attribuite al mondo arabo in cui si diffuse intorno al VI sec. In Europa i primi a decorare con particolari figure geometriche gli arredi lignei furono i monaci certosini nel XII sec. Nel 1500. sebbene l’intarsio fosse considerato un “arte minore” criticata dai grandi artisti. La realizzazione di questi mosaici lignei costitui’ uno strumento importante per lo studio della neonata tecnica della prospettiva. A Sorrento la lavorazione del legno costituisce una parte fondamentale dell’economia locale da più di due secoli. E gli artigiani continuano a realizzare i loro prodotti seguendo gli insegnamenti che da generazioni si tramandano di padre in figlio. Le tarsie sorrentine godono infatti di una fama mondiale. E non c’è turista. Tedesco giapponese e soprattutto americano che parta da Sorrento senza portare con se una cornice. Una scatola o magari un cofanetto musicale che suoni la tradizionale “ torna a Surriento”. Decorata con i classici motivi floreali o i panorami del golfo. I legni usati per questi prodotti sono l’Ippocastano. L’Arancio. Il Faggio. L’Ebano di cui gli artigiani valorizzano tonalità e sfumature per creare prodotti sempre originali. Tra le circa 100 botteghe presenti a Sorrento e dintorni esistono poi delle vere e proprie specializzazioni ci sono infatti artigiani famosi per la realizzazione di tavoli. Altri di cofanetti e cosi via. L’impegno per mantenere viva questa tradizionale arte è dimostrato dal fatto che il locale liceo artistico vanta ancora tra i suoi corsi quello della tecnica dell’intarsio. La cui istituzione risale al 1800. e dal neonato Museo della Tarsia Lignea al cui interno è stato istituito anche un laboratorio bottega.








Esprimi un giudizio


Media Voti:3.25 su 5


Numero di voti: 2