La storia dei pomodori di Sorrento

Login Registrati

La storia dei pomodori di Sorrento

La storia dei pomodori di Sorrento


L’area di coltivazione del caratteristico pomodoro di Sorrento risulta a tutt’oggi piuttosto ristretta. Le zone di produzione sono infatti limitate ai territori situati sulle colline sorrentine nei comuni di piano di Sorrento e S. Agnello fino ad arrivare al piccolo paesino di S. Agata sui due golfi; per quanto si sia tentato di ampliare l’area di produzione. I pomodori. Anche se coltivati in zone limitrofe presentano sempre delle piccole varianti rispetto agli originali. Il che sottolinea quanto la rarità di questo tipo di prodotto nasca da un perfetto connubio tra il clima e la fertilità del terreno. Per quanto riguarda l’origine di questo tipo di pomodori secondo alcuni questi sarebbero nati da una selezione operata dalle massaie locali che coltivavano originariamente il pomodoro Cuore di bue; secondo altri invece il seme del pomodoro sorrentino sarebbe stato importato nel napoletano dai commercianti che intrattenevano traffici con il nuovo continente. Con il passare dei secoli il pomodoro è diventato sempre più un ingrediente base della tipica cucina locale contribuendo a renderla sempre più particolare. In quanto si può star certi che un piatto tipico come l’insalata di mozzarella . Pomodori e basilico conosciuta come caprese .se realizzata con una diversa qualità di pomodori perderebbe gran parte delle sue caratteristiche. Il che sottolinea quanto sia forte il connubio tra questi pomodori e la loro terra.








Esprimi un giudizio


Media Voti:0 su 5


Numero di voti: 0